10

La natura in tavola: l’arte del ricevere incontra materiali e colori presi in prestito dalla natura

Decorazioni con pigne e ginepro in attesa del Natale

Decorations with pine cone and gyneprus, waiting for Christmas

Ormai lo sapete: il bosco è fonte di continua ispirazione per Blanc MariClò e le pigne, in particolare, rappresentano l’elemento distintivo di molti dei nostri decori legati all’autunno e all’inverno. Le amiamo per la loro struttura e per il loro profumo di resina. Le raccogliamo in un rito che ci riporta all’infanzia quando, che ci trovassimo in montagna o al mare, le pigne diventavano giochi improvvisati da lanciare ai nostri cani o scrigni che racchiudevano tesori sotto forma di pinoli.

Oggi, come allora, prendiamo spunto da esse per farne un utilizzo creativo nell’ambito dell’arte del ricevere. Seguite i nostri consigli e, muniti di pigne, spago e ginepro, porterete la natura in tavola.

You know the drill: forest is a source of constant inspiration for Blanc MariClò and pine cones, in particular, represent the distinctive element of a lot of our decorations related to autumn and winter. We love them for their structure and their resin scent. We collect it in a ritual that brings us back to childhood when, whether if we were in the mountains or at the seaside, pine cones turned into improvised toys to be thrown to our dogs or chests which contain treasure with pine nuts shape.

Now as then, we take cue from them to make creative use of it as part of art of hospitality. So follow our recommendations and, equipped with pine cones, twine and juniper, bring nature on the table.

Pigne nei vassoi

  • Iniziamo da colori e tovagliati. In linea con la nostra ispirazione, scegliete tovaglie écru e tortora di due diverse misure. Mettete la più grande sotto e la più piccola sopra: arricchirete la vostra tavola con un effetto chiaro-scuro.
  • We start with colors and table clothes. Following our inspiration, choose ecru and dove gray table clothes in two different sizes. Put the largest below
    and the smallest above: you will enrich your table with a light-dark effect.

Legate le pigne agli angoli

  • Adesso la decorazione vera e propria. Legate delle pigne con lo spago e fissatene una a ogni angolo della tovaglia più corta riprendendo un po’ di tessuto: impreziosirete la vostra mise en place con un semplice dettaglio e, allo stesso tempo, esalterete quel gusto country-chic che tanto ci piace.
  • And now let’s start with the proper decoration. Tie pine cones with string and fix it in every corner of the shorter table cloth taking in a bit of fabric: you will enrich your mise en place with a mere detail and, at the same time, you will intensify country-chic style that we like so much.

Con le pigne una decorazione country-chic

  • Il passo successivo consiste nel decorare le sedie: aggiungete a una pigna qualche rametto di ginepro, legate il tutto con dello spago e allacciate questa piccola composizione alla spalliera di una sedia ripetendo l’operazione per tutte le altre.
  • The next step is the decoration of chairs: add a few twigs of juniper to the pine cone, bound all with string and tie up this small composition to the backrest of the chair, then repeat the operation for all the others.

Particolare spalliera

Fissate pigne e ginepro alle sedie

  • Passiamo all’apparecchiatura: preferite serviti di piatti di colore neutro, bicchieri con motivi a rilievo e posate col manico in resina. Poi, per contribuire a un tono informale ma chic, orientatevi su accessori in ferro battuto. Noi, per esempio, abbiamo scelto un cache-pot, un sostegno per libri e dei piccoli vassoi.
  • Go through the table setting: favor dining set in neutral color, glasses with relief motifs and cutlery with resin handle. Then, to help an informal but chic effect, orient yourselves at wrought iron accessories. For example, we chose a cache-pot, a support for books and small trays.

Centrotavola

Reggi-libro

Pigne nel vassoio a cuore

  • Veniamo agli spazi intorno alla tavola: servitevi di alcuni contenitori in ceramica, riempiteli di pigne, noci e materiali che ricordino i colori della natura nell’autunno inoltrato. Poneteli su mobili, mensole e davanzali di camini senza curarvi troppo di sistemare il contenuto: la natura che ci ispira cresce spontanea, ed è bello riprodurre questa spontaneità fra le mura domestiche.
  • Let’s get back to the spaces around the table: help yourself with ceramic baking dishes, fill them with pine cones, nuts and materials that remember the colors of late autumn nature. Put them on furniture, shelves and windowsills of chimneys without taking care to arrange the content: nature that inspires us grows wild, and it’s nice to reproduce this spontaneity in the home.

Contenitori di ceramica

Ceramica e pigne

Ceramica particolare

Ceramica, part.

  • In ultimo, uno sguardo al Natale. Le pigne si adattano perfettamente alla decorazione della casa in vista di questa festa e, opportunamente utilizzate, possono dar vita a piccoli alberi, ghirlande o decori da appendere. Abbinateli a candele di diversa altezza, accendete la fiammella e… L’atmosfera è assicurata.
  • Finally a look at Christmas. The pine cones are perfectly suited to the decoration of the house for this celebration and, properly used, this can create little trees, garlands and hanging decorations. Combine them with candles of different heights, light the flame and … The atmosphere is assured.

Decorazioni natalizie

Il secondo appuntamento con “La natura in tavola” termina qui ma, prima di salutarvi, un pizzico di magia che speriamo resti con voi oltre le parole di questo post. Le pigne, infatti, sono protagoniste di una leggenda natalizia che le vede trasformate in argento per permettere a una famiglia povera di sopravvivere ai rigori dell’inverno. Avveniva nei boschi di Hertz, in Germania, e in base a questo racconto gli abitanti della zona considerano le pigne dei porta fortuna…

The second appointment with “Nature on the table” ends here, before greeting you, a bit of magic that we hope rests with you beyond the words of this post. Pine cones, in fact, are the protagonists of a Christmas legend in which pine cones are transformed in silver one to allow a poor family to survive the rigors of winter. It happened in the woods of Hertz, in Germany, and according to this story the locals consider the pine cones lucky…

Parole di Martha Bartalini per Blanc Mariclò
Words by Martha Bartalini for Blanc Mariclò

22

La natura in tavola: l’arte del ricevere incontra materiali e colori presi in prestito dalla natura

Melanzane e carciofi fra contrasti e simmetrie

Aubergines and artichokes, contrasts and symmetries

Autunno, stagione di passaggio e di mutamento: uno sguardo ancora rivolto all’estate, uno diretto all’inverno… Anche a tavola, con decorazioni fatte di melanzane in ricordo della stagione più calda e di carciofi in attesa di quella più fredda. Ecco lo spunto dal quale siamo partiti per dare il via alla nuova rubrica del nostro blog: un appuntamento che non tratterà di ricette – per quelle c’è In cucina con Blanc Mariclò -, bensì di una combinazione fra l’arte del ricevere e un modo creativo di utilizzare frutti, colori e materiali presi in prestito dal patrimonio naturale che ci circonda. Con melanzane e carciofi, quindi, inizia La natura in tavola, proponendo una mise en place che gioca a costruire e rompere simmetrie sulla base di diverse tonalità di colore. Ma andiamo con ordine, esaminando la composizione di questa tavola a partire da ciò che sta al suo centro.

Autumn, season of transition and changing: one overlook on summer and one on the winter.. Also on the table, with decorations made with aubergines, as reminders of the hot season, and artichokes waiting for the cold one. That’s the starting point from which we begin our blog section: this appointment is not about recipes – we talk about that in “In the kitchen with Blanc Mariclò” – but we want to treat the combination between art of hospitality and a creative way to use fruits, colors and materials borrowed from nature heritage which surround us. “Nature on the table” start with aubergines and artichokes, proposing a mise e place which plays to compose and break symmetries based on different color shades. But let’s proceed by order, analyzing the table starting from the center.

Melanzane e carciofi_Centrotavola

Eccolo: un centrotavola fatto di melanzane striate, rametti di salvia e baccelli di glicine posizionati in modo del tutto naturale, come se il tavolo fosse la terra sulla quale poggiare baccelli e ortaggi appena colti dalla pianta. A tenerli insieme basta un tovagliolo legato con dello spago unito a un biglietto ben augurante: bonheur, felicità stampata con un timbro su un ritaglio di carta da pacchi e uno scampolo di pagina ingiallita, felicità nell’accogliere gli invitati e nel pasteggiare in loro compagnia.

Here it is: a centerpiece made with stripes aubergines, sage sticks and wisteria hull put in a natural way, as if the table was the earth on which we put vegetable just gathered from the plant. To put it together napkin fasten with a twin, and a card with a wish are sufficient: bonheur, happiness, printed on the cutout of a wrapping paper and a scrap of a yellowed page.

Melanzane e carciofi_Mise en place

Alla spontaneità di questo centrotavola fanno da contraltare le simmetrie e i chiaroscuri ideati nel momento di apparecchiare. Prendendo spunto dal colore delle melanzane, infatti, abbiamo scelto runner e set da colazione della Basic Collection nelle varianti dark grey e rose powder, per poi comporre i singoli posti tavola alternando i due colori: al runner chiaro abbiamo abbinato una tovaglietta scura, al runner scuro una tovaglietta chiara. A completare questo effetto positivo-negativo, i piatti della linea Splendor Purple, un minuscolo bouquet di erbe aromatiche, dei bicchieri tumbler trasparenti e rosa con motivi a rilievo.

The spontaneity of the centerpiece is in contrast with the symmetries and the light and dark created on the table set. Taking inspiration from the aubergines color, we chose runner, a breakfast set of Basic collection in dark grey and rose powder variant; then we composed each seating interchanging colors: light runner with dark placemat and dark runner with light placemat. Splendor Purple plates surround this color effect followed by a little bouquet of aromatic herbs. For what concern glasses, we chose violet and transparent tumbler with relief motif.

Melanzane e carciofi_Particolare

Il tocco finale è dato dalla composizione floreale che non ti aspetti, che vede spuntare dei bei carciofi in mezzo a fiori e rami di sempreverde: tenerezza di petali e foglie unita a presenze spinose, sfruttando il leimotiv dei contrasti utilizzati su questa tavola.

The final touch is the unexpected flower composition, in which artichokes show up between flowers and evergreen branches: petals and leaves softness join up spiny elements, following the contrast leitmotiv used on the table set.

Melanzane e carciofi_Posto tavola

Autunno, stagione di passaggio e di mutamenti, di crescite spontanee e di raccolti… Non solo fra vigne, oliveti e boschi, ma anche nello spazio del blog di Blanc Mariclò che, dopo gli spunti creativi offerti da melanzane e carciofi, vi dà appuntamento al prossimo post della neonata rubrica La natura in tavola.

Autumn, season of transition and changing, of spontaneous growth and harvest… Not only in the vineyard, olive grove and forests, but also in the Blanc Mariclò blog section which after the creative ideas suggested by aubergine and artichokes, we shall meet again on the next post of the newborn section “Nature on the table”.  

Parole di Martha Bartalini per Blanc Mariclò
Words by Martha Bartalini for Blanc Mariclò