22

LA TEORIA DEI COLORI: Il Rosa

Proseguiamo lo studio dei colori e arriviamo al rosa. Si tratta di un colore molto femminile, delicato ed elegante, per alcuni un colore troppo sdolcinato ed infantile, ma non per noi.

Let’s continue studying colors and come in pink. It is a very feminine, delicate and elegant color. for someone it is too corny and childish, but not for us.

Come ogni colore il rosa può essere interpretato in modo molto diverso in base alle tonalità; Mettiamo una punta di nero, ed avremo un rosa più freddo e cupo, aggiungiamo del rosso ed avremo un rosa shocking. Oggi vi proponiamo l’uso del rosa nella camera da letto in un modo che metterà sicuramente d’accordo sia i bambini che gli adulti.

As for each color, pink can be interpreted very differently depending on the different tones. We put a bit of black, and we will have a colder and gloomy pink, we add the red and we will have a shocking pink. Today we offer the use of pink in the bedroom in a way that will surely have in agreement both children and adults.

 

Per la camera della bambina abbiamo pensato ad un rosa cipria, piuttosto neutro. Questo colore si addice molto bene ad una stanza da letto arredata con i colori grezzi del legno e della pietra grigia. A questo proposito dobbiamo svelarvi un trucco.. per ottenere un effetto   cromatico equilibrato, abbiamo scomposto la tavolozza dei colori ritrovando tutte le nuance presenti in questo rosa; abbiamo trovato del grigio, del marrone e del bianco e così li abbiamo messi vicino dando luogo ad un effetto molto piacevole all’occhio.

For a little girl’s room we thought of a powder pink, rather neutral. This color fits very well with a bedroom furnished with raw colors of wood and gray stone. In this regard we must tell you a trick .. to get a balanced shade effect, we decomposed the color palette finding all the nuances in this pink; We found gray, brown and white, so we put them close obtaining a very pleasing effect to the eye.

Per la camera matrimoniale abbiamo scelto una fantasia floreale che ci ricorda il rosa nelle forme e nei colori. Il fondo chiaro mette in risalto l’eleganza del tessuto, e il lieve contrasto tra i petali rosa e le foglie verdi. Sono colori tenui, che potremmo definire “polverosi” che contribuiscono ad addolcire un ambiente country minimale. 

For the master bedroom we chose a floral pattern which reminds us of pink as a flower and as a color. The light background brings out the elegance of the fabric, and the slight contrast between the rose petals and the green leaves. That are soft colors, that could be called “dusty” contributing to soften a minimalist country environment.

Il rosa è il colore della fanciullezza e dell’amore quindi non dimentichiamo di trovargli un posto nella nostra casa.. perché sono due componenti essenziali per uno stile Blanc MariClò.

Pink is the color of youth and love, so do not forget to find a place for it in our house .. because they are two essential components for a Blanc Mariclo style.

18

In cucina con Blanc MariClò: ricette e idee dal sapore shabby chic

Una crostata all’ora del tè

A pie at tea time

Un pomeriggio grigio, il ticchettio incessante della pioggia, le gocce che rigano i vetri e il panorama che sfuma… La voglia di casa, di confidenze fra amiche, di tè caldo e di un dolce che ricordi l’estate… Che ne dite di una crostata con la marmellata di susine?

L’appuntamento di oggi con la rubrica “In cucina con Blanc MariClò” si concentra su un dolce antico ma intramontabile, di facile preparazione anche per chi non è solito dilettarsi con farina, uova e mattarello. Parliamo di una crostata farcita con una confettura fatta in casa: abbiamo scelto quella di susine per il sapore intenso e zuccherino tipico di questo frutto estivo, ma ognuno può scegliere la marmellata che preferisce. Il punto di partenza, in ogni caso, resta sempre lo stesso: la pasta frolla, che qui vi proponiamo seguendo la ricetta di Sale e Pepe.

A gray afternoon, the incessant patter of rain, the drops streaming down the windows and the view that fades … The desire of your home, of confidences between friends, of hot tea and sweet summer memories … How about a pie with plum jam?

Today’s appointment with the “Cooking with Blanc MariClò” section, focuses on a old but timeless sweet, easy to prepare also for those who don’t usually dabble with flour, eggs and rolling pin . We speak of a tart stuffed with homemade jam: we chose plum for the intense and sugar flavor typical of this summer fruit, but everyone can choose the jam he prefers. The starting point, however, remains the same: the pastry, which we propose here following the Salt and Pepper recipe.

Ingredienti

  • 300 g di farina 00
  • 120 g di zucchero
  • 150 g di burro
  • 1 uovo intero
  • 2 tuorli
  • 1 limone
  • 1 cucchiaino di lievito
  • sale q. b.
  • 1 vasetto di marmellata di susine

Ingredients

  • 300 g of wheat flour
  • 120 g of sugar
  • 150 g of butter
  • 1 egg
  • 2 egg yolks
  • 1 lemon
  • 1 teaspoon of cooking powder
  • salt
  • 1 plum jam jar

Preparazione

Versate la farina su una spianatoia e lavoratela con il burro freddo. Formate un incavo al centro e aggiungete lo zucchero, l’uovo intero, i due tuorli, un pizzico di sale e la scorza di un limone grattugiata. Se volete ottenere una frolla più morbida, unite anche un cucchiaino di lievito per dolci in polvere setacciato. Lavorate l’impasto fino a renderlo omogeneo ed elastico, poi avvolgetelo in un foglio di pellicola e lasciatelo riposare in frigo per almeno un’ora.

Dopodiché, cospargete la spianatoia con poca farina e stendete ¾ della pasta frolla con il mattarello fino ad arrivare a uno spessore di 4-5 mm. Imburrate una teglia, arrotolate la pasta sul mattarello e srotolatela direttamente sullo stampo passando il mattarello sopra il bordo in modo da eliminare la pasta in eccesso. Punzecchiate il fondo con una forchetta e stendete sulla frolla uno strato di marmellata di susine. Spianate la pasta restante, ricavatene delle strisce e disponetele a griglia sopra la farcitura. La crostata è pronta! Non resta che cuocerla in forno preriscaldato a 180° per 30-35 minuti.

Directions

Pour the flour on a pastry board and knead with cold butter. Form a hollow in the center and add the sugar, the egg, two egg yolks, a pinch of salt and the grated rind of one lemon. If you want to get a softer crust, add even a teaspoon of sifted baking powder. Knead the dough until it is smooth and elastic, then wrap it in plastic wrap and let rest in refrigerator for at least an hour.

Then, sprinkle the work surface with a little flour and roll out ¾ of the pastry with a rolling pin until you get to a thickness of 4-5 mm. Grease a baking sheet, roll the dough on rolling pin and unroll directly to the mold through the rolling pin over the edge so as to remove the excess dough. Prick the bottom with a fork and spread on the pastry a layer of plum jam. Roll out the remaining dough, cut out the strips and arrange them in a grid over the stuffing. The pie is ready! It just has to bake it in a preheated oven at 180 degrees for 30-35 minutes.

Presentazione

Mentre le amiche arrivavano alla spicciolata e il bollitore sbuffava, la nostra tavola ha assunto un aspetto sofisticato senza rinunciare a un look country-chic. Le ceramiche della Toscana Collection sono state posate su runner e tovagliette di boutis, e la nostra crostata ha trovato collocazione su un’alzata circondata da altri dolci, da vasi con ortensie essiccate e da vecchie posate legate con un nastro di pizzo. Cura, dettagli, voglia di stare insieme e di fare di un pomeriggio qualsiasi un istante prezioso: ecco cosa ha rappresentato una crostata all’ora del tè impreziosita dal raggio di sole che, facendosi largo fra una nuvola e l’altra, è rimasto impresso nelle nostre foto.

Alla prossima ricetta con Blanc MariClò.

Presentation

While her friends arrive in dribs and drabs and the kettle blew, our table has hired a refined look without giving up a country-chic one. Tuscany Collection ceramics has been placed on runner and placemats quilts, and our pie on a shrug surrounded by other sweets, vases with dried hydrangeas and old cutlery tied with a lace ribbon. Care, detail, desire to stay together and make each afternoon a precious moment here is what has been a pie at tea time enriched by the ray of sunlight which, making their way between a cloud and the other, remained imprinted in our photos.

See you with the next recipe with Blanc MariClò.

Parole di Martha Bartalini per Blanc Mariclò
Words by Martha Bartalini for Blanc Mariclò